Guida al trasloco per studenti fuorisede

Gli studenti fuori sede prima o poi dovranno affrontare uno dei momenti più faticosi della loro carriera universitaria. No, non stiamo parlando di quell’esame impossibile con il professore più indisponente del corso di laurea, ma una questione pratica non indifferente: il trasloco.

Traslocare è da sempre fonte di stress, e imparare a gestirlo consente di risolvere al meglio i piccoli problemi che possono capitare durante questa operazione. Come indicato sul famoso portale universitario unidocs.it, buona parte dei bagagli di uno studente sono appunti, dispense, fotocopie, libri e quant’altro. Il materiale universitario è ingombrante ma purtroppo fondamentale: ecco quindi una breve guida al trasloco per studenti fuori sede, per vivere al meglio questo delicato momento.

Alloggio

La scelta dell’alloggio è il primo passo importante da fare. Le bacheche dell’università e i siti immobiliari potrebbero esserti molto utili nella scelta della casa ideale. Spesso lo studente universitario affitta una camera in una casa da condividere con altri studenti, così da ottimizzare i costi.
Importante è selezionare la zona della città, capire la distanza dalla facoltà e il collegamento dei mezzi pubblici. Se invece si dispone di un’auto propria sarà necessario valutare la presenza di parcheggi pubblici e/o a pagamento.

Il mercato e la ricerca delle case per studenti universitari inizia verso fine estate e si protrae fino all’autunno. Solitamente viene richiesto il versamento di una caparra pari alle prime due mensilità di affitto.

Cercare un aiuto

Fare un trasloco da soli non è facile, quindi è buona regola chiedere aiuto ai familiari o agli amici. In questo modo tutto diventa più semplice e traslocare sembrerà meno faticoso.

Preparare gli scatoloni

La prima cosa da fare è senza dubbio preparare gli scatoloni. Si consiglia di sistemare le proprie cose in modo strategico senza sprecare lo spazio, così da ottimizzare il numero di scatole. Oltre alle scatole di carta non dimenticare di acquistare pluriball (conosciuto anche come carta millebolle) per impacchettare tazze, lampade e oggetti fragili.

Oltre all’abbigliamento ricorda di prendere pc, tablet, caricatori, chiavette, cavi, ma anche lenzuola, tovaglie, asciugamani. Se siete degli appassionati di videogiochi, non dimenticate la console! Per quanto riguarda i vestiti cercate di portare un’ampia scelta di abiti. Dovete essere pronti per tutte le occasioni, e le stagioni. Evitate però quelli inutili, ovvero quelli che non usate mai (neanche nella vostra città).

Per creare un ambiente familiare ed accogliente porta oggetti e accessori ai quali sei affezionato. Le fotografie potrebbero contribuire a ricreare l’atmosfera di casa.

Commentare

Non dimenticare di scrivere su ogni scatolone il suo contenuto. Sarà di grande aiuto quando dovrai iniziare a sistemare il nuovo appartamento. Altro sbaglio da non commettere è quello di fare scatoloni troppo pesanti. Oltre a rompersi, potrebbe essere un vero problema spostarli!

Documenti

I documenti sono di vitale importanza. Non scordate carta d’identità, passaporto, patente e tessera sanitaria. Anche i referti medici possono essere utili, sopratutto in caso di presenza di qualche patologia.

Calma e tranquillità

Cambiare casa, città, amici e la lontananza dalle persone care è un bel cambiamento che potrebbe mettere ansia e preoccupazione. Utilizza queste energie per affrontare il trasloco con determinazione e positività. Mantieni la calma e la tranquillità, pensa con lucidità. Questa esperienza ti formerà a livello caratteriale e ti darà maggiore responsabilità.

Pianificare il trasloco non è una banalità, l’importante è l’organizzazione. Quindi rilassatevi, seguite i consigli e godetevi questo splendido cambiamento.