Trasloco? Vediamo cosa bisogna tenere, cosa lasciare e cosa sostituire

Qualsiasi sia la ragione per cui hai deciso di cambiare casa (più spazio, posizione migliore, semplicemente voglia di qualcosa di nuovo), il trasloco risulta essere molto stancante dal punto di vista fisico e mentale, per questo abbiamo deciso di darti qualche consiglio su come renderlo più facile.

 

Il trasloco significa cominciare di nuovo

 

Durante ogni trasloco sono presenti quei forti dubbi che ti spingono a tirarti indietro (“ma chi me l’ha fatto fare?”) ma così non deve essere. Se hai pensato di cambiare casa è stato sicuramente perché eri certo di questa scelta, per questa ragione non devi farti abbattere dai pensieri che ti assaliranno!

 

Dentro ad ogni trasloco di solito c’è sempre un po’ di malinconia e di nostalgia. Improvvisamente ti vengono in mente tutti i bei ricordi che hai vissuto dentro la casa che stai per lasciare.

A volte questo è il motivo per cui i traslochi risultano tanto stressanti. D’altra parte stai per lasciare qualcosa che conosci per qualcosa di nuovo, qualcosa di sicuro per una nuova avventura. Per questo è importante cambiare prospettiva. Invece di pensare a ciò che stai abbandonando, pensa a tutte le ulteriori esperienze che vivrai in questa nuova casa e agli altri ricordi che creerai.

E a proposito di ricordi…

 

Cose da tenere: i ricordi

 

Certamente ti verrà spontaneo portare con te ogni singolo oggetto di quella casa così da ricordarla: non pensarci neanche per un istante. Così facendo porterai tante cose inutili nella nuova casa occupando davvero molto spazio, ricorda di portare con te solo gli oggetti che davvero hanno un valore sentimentale molto forte per te.

 

Se ti troverai indeciso sulla selezione di questi, adotta delle soluzioni per capire l’importanza che ognuno ha per te.

 

Cose da lasciare: vestiti che non si mettono più e cose che non si usano

 

Ora che hai capito cosa portare con te, devi capire anche cosa buttare senza pensarci due volte!

 

Quasi tutte le case contengono oggetti inutili di cui ti eri dimenticato o semplicemente non hai mai utilizzato, in questi casi la pulizia sarà netta.

I principali oggetti da buttare sono: giornali antichi, cd rovinati, vestiti e qualsiasi altra cosa che non ti serve più da tempo.

 

Ricorda che te ne devi liberare per un motivo molto semplice, questi non sono ricordi ma semplici cianfrusaglie.

 

Cose da sostituire: il materasso e gli elettrodomestici della cucina

 

Il trasloco è un ottimo modo anche per rinnovarsi, per passare al “livello superiore”. In particolar modo il nostro consiglio è quello di cambiare alcuni degli elettrodomestici della cucina e il materasso.

In cucina le cose sono cambiate molto negli ultimi anni, per cui può essere il momento giusto per cambiare alcuni elettrodomestici, come ad esempio la lavastoviglie, scegliendo modelli più ecologici e con funzioni smart.

 

Inoltre un trasloco è una buona occasione per cambiare il materasso. Passiamo un terzo della nostra vita a dormire e dormire bene è importante per la nostra salute, quindi avere un materasso nuovo e di alto livello, magari memory foam, che ci aspetta nella nostra nuova casa è consigliabile. A questo punto la cosa importante è scoprire quale sia il materasso più adatto a te: Hypnia offre un questionario di sei domande per aiutarti nella scelta.

 

Non dobbiamo più pensare al trasloco come una seccatura, ma come un’occasione per ricominciare da capo, cercando di dare importanza alle cose più belle della vita e lasciando andare ciò che non ci serve.

Il trasloco può essere un momento da vivere insieme, da costruire e che ci aiuta a migliorare. Sembra difficile, perché spesso siamo in mezzo ad altri mille impegni, ma basta prenderci un po’ di tempo e le cose appariranno sotto una luce differente.